coppia non sposata con figli che si separa

La separazione della coppia non sposata con figli

Avvocato Berti
Latest posts by Avvocato Berti (see all)

La coppia non sposata con figli che si separa

Al fine di evitare disparità di trattamento ingiustificate, i figli “naturali”, cioè nati al di fuori del matrimonio hanno la stessa condizione sociale e gli stessi diritti dei figli “legittimi” che nascono da persone coniugate (art. 315 cod. civ).

La separazione della coppia “more uxorio” non influisce sull’esercizio della potestà genitoriale e come i coniugi separandi, anche la coppia non sposata con figli che si separa garantire alla prole l’adempimento degli obblighi previsti all’art. 147 cod. civile di istruire, educare e assistere moralmente i figli, nel rispetto delle loro capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni.

Ciascun figlio ha diritto (art. 316 cod. civ.):

  • di essere mantenuto, educato, istruito e assistito moralmente dai genitori, nel rispetto delle sue capacità, delle sue inclinazioni naturali e delle sue aspirazioni.
  • di crescere in famiglia e di mantenere rapporti significativi con i parenti.

Sebbene la legge non preveda un procedimento ad hoc (fatta parziale eccezione per lo scioglimento del contratto di convivenza per le coppie di fatto registrate e regolate dalla legge Cirinnà n. 76/2016), anche nella separazione della coppia non sposata, la posizione del figlio deve essere regolata sia per quanto riguarda gli aspetti economici (ad esempio le modalità del mantenimento, la ripartizione delle spese ordinarie e straordinarie, l’assegnazione della casa familiare ….) sia per gli aspetti personali (progetto educativo, collocamento e diritto di visita, affidamento condiviso, esclusivo o super esclusivo …) dei figli minorenni, non autosufficienti o non economicamente indipendenti.

Tali aspetti possono essere regolati autonomamente dai genitori, oppure dall’autorità giudiziaria.

coppia non sposata figli separa

L'accordo di separazione della coppia non sposata con figli

È sicuramente preferibile che nella separazione della coppia non sposata, i genitori raggiungano un accordo nell’interesse del figlio. Tale accordo deve essere poi ratificato dal Tribunale, previo controllo sull’effettiva tutela dell’interesse morale e materiale della prole. Il giudice, ove occorra, può integrare o modificare l’accordo.

Con l’ordinanza n. 663/2022 Corte di Cassazione ha statuito che «in tema di mantenimento dei figli nati da genitori non coniugati, alla luce del disposto di cui all’art.337 ter quarto comma c.c., anche un accordo negoziale intervenuto tra i genitori non coniugati e non conviventi, al fine di disciplinare le modalità di contribuzione degli stessi ai bisogni e necessità dei figli, è riconosciuto valido come espressione dell’autonomia privata e pienamente lecito nella materia, non essendovi necessità di un’omologazione o controllo giudiziale preventivo; tuttavia, avendo tale accordo ad oggetto l’adempimento di un obbligo ex lege, l’autonomia contrattuale delle parti assolve allo scopo solo di regolare le concrete modalità di adempimento di una prestazione comunque dovuta ed incontra un limite, sotto il profilo della perdurante e definitiva vincolatività fra le parti del negozio concluso, nell’effettiva corrispondenza delle pattuizioni in esso contenute all’interesse morale e materiale della prole».

Dove opera BT Studio Legale

Lo Studio Legale Berti e Toninelli opera presso i Tribunali di Pistoia, Firenze, Lucca e Prato e fornisce consulenza in tutta Italia tramite i servizi online. Si trova a Pistoia in Piazza Garibaldi n. 5.
Per richiedere consulenza o assistenza legale, è possibile utilizzare i pulsanti qui sotto.

Come funziona la Consulenza Online dello Studio Legale Berti Toninelli